Costruisci il tuo brand

Abbiamo già detto come sia indispensabile individuare il target a cui rivolgerti per vendere i prodotti chi produci e trasformi.

Per prima cosa non pensare assolutamente di metterti in concorrenza con una grande azienda o addirittura una multinazionale.

Devi stare alla larga delle grandi aziende di salse, di olio, di prodotti in genere che trovi al supermercato, per un discorso ovvio, loro hanno i milioni di euro da spendere nel marketing e tu no, non solo devi differenziarti assolutamente da loro.

Nel senso che le grandi aziende hanno prodotti di massa ed è per questo che li trovi nei supermercati e tu no, hai probabilmente un prodotto, ma non hai le risorse finanziarie necessarie per rivolgerti ai supermercati, anche se catene di distribuzione locali.

E vero che potenzialmente una catena di distribuzione anche se piccola potrebbe assorbirti tutta la tua produzione, ma a quale prezzo?

Generalmente il prezzo di acquisto lo fa l’acquirente, cioè la catena di distribuzione e non tu, anche se il tuo prodotto è migliore di quello che hanno già non è nel loro interesse sostituirlo, caso mai aggiungerlo negli scaffali per avere un maggior assortimento.

Quindi ammesso che tu sei entrato in contatto con qualche manager di una catena di distribuzione per prima cosa dovrai vendere il tuo prodotto al prezzo che ti dice lui per non parlare della valuta, questo diminuisce il tuo cash flow e di conseguenza anche la possibilità di reinvestire in azienda, questo quando va bene, altrimenti non solo non copri le spese ma prendi il denaro a “babbo morto” con la sicura conseguenza di chiudere presto i battenti della tua azienda costruita con tanta fatica.

Se ti trovi già in questa situazione devi assolutamente uscirtene prima che sia troppo tardi, non è un caso che tra gli scaffali spesso non trovi gli stessi prodotti, proprio perché le aziende che fornivano o sono “andate”, o sono uscite da questo corto circuito ancora in salute o con qualche pezza al culo, ma ancora sane.

Non solo, le grandi aziende possono essere anche con forti passività nel bilancio e li trovi ancora, mentre tu se il direttore di banca ti dice di rientrare e non hai denaro sei finito.

Quindi se escludiamo a priori la grande distribuzione cosa resta? Tutto il resto!

Per prima cosa i prodotti cerca di venderli tu senza intermediari che rosicano il tuo utile, magari con un punto vendita in azienda o con un banchetto in un centro commerciale o in una fiera specializzata ancora meglio tutto questo e senza tralasciare la vendita online.

Avere un banchetto in qualche location adeguata permette ai tuoi clienti di associare al prodotto anche una faccia, questo inevitabilmente ti porta ad avere i guadagni che desideri anche perché in questo caso il prezzo lo fai tu.

Vendere al dettaglio ha una importanza vitale per le aziende che producono e trasformano i prodotti, i margini aumentano tanto da permetterti di “spendere” quella giornata nella vendita del prodotto.

Se proprio hai tanta produzione e da solo non riesci a smaltirla allora in quel caso è conveniente cercarsi dei grandi consumatori come clienti.

Quando dico grandi consumatori non parlo di famiglie numerose che comprano molti prodotti ma ad esempio gruppi di acquisto, ristoranti, pizzerie, pasticcerie che a loro volta o rivendono il prodotto così come si trova o lo trasformano cucinandolo, ad esempio le salse o la pasta, in ultima battuta trova quelle botteghe che rivendono prodotti di nicchia con il target di clientela che può appezzare i tuoi prodotti.

Una delle primissime cose che devi sapere prima di trasformare qualsiasi prodotto è come distribuirlo, senza un piano dettagliato su come distribuirai i tuoi prodotti non farai molta strada o se la farai con notevoli sacrifici e pochi guadagni, sono certo che non è quello che vuoi.

Trasformare tutto sommato è abbastanza semplice, certamente l’aiuto dei PSR o altro tipo di finanziamenti ti agevoleranno tantissimo, ma senza avere un’idea chiara di quale sia il tuo progetto d’impresa finale rischi di impelagarti in situazioni che ti complicheranno la vita, sia personale che imprenditoriale.

Oltre allo spaccio aziendale individua quali sono i centri commerciali che potrebbero ospitarti, i mercati dove si vendono prodotti di qualità, le attività che potrebbero utilizzare o rivendere i tuoi prodotti, metti tutto nero su bianco e fai un elenco che ti tornerà utile al momento di avere i prodotti che ti sei prefisso di trasformare e distribuire.

Costruisci il tuo brand