Individua il tuo target

Per costruire un brand, cosa indispensabile per vendere i tuoi prodotti finiti, dove per prodotti finiti non intendo solo ed esclusivamente la trasformazione, ma anche la selezione o imbustamento, non si può prescindere dal sapere a quale target di persone intendiamo offrire il nostri prodotti.

Come abbiamo detto già detto, non possiamo pensare di piacere a tutti, non è affatto così, capisco che probabilmente tutti potrebbero comprare i prodotti che abbiamo. Ma lo stimolo all’acquisto cambia radicalmente a seconda del segmento di mercato a cui ci rivolgiamo.

Le abitudini di acquisto cambiano non solo nei diversi paesi a cui ci rivolgiamo, ma anche tra le varie fasce sociali.

Individuare questo segmento di mercato ci porterà a fare delle azioni di marketing/promozione utilizzando il linguaggio o gli aggettivi più appropriati, quelli che rendono meglio al raggiungimento del nostro scopo, la vendita dei prodotti.

Ti faccio un esempio:

Se ti stai rivolgendo ad un mercato alto-spendente non puoi certo parlare dell’economicità del prodotto, tutt’altro!

Devi per forza di cose indicare le qualità, la genuinità, la bontà, l’accuratezza della produzione, senza tralasciare ovviamente la cura del packaging, sappiamo bene che un prodotto da come si presenta si identifica immediatamente sul mercato di riferimento, per non parlare poi anche dell’eclusività.

La cosa è esattamente all’incontrario se vuoi promuovere i tuoi prodotti su un mercato basso-spendente.

In un mercato dove si muove la massa, serve un packaging spartano, che costi poco, questo identifica immediatamente a quale potenziale acquirente è rivolto, indicare l’economicità del prodotto, non solo come prezzo ma e soprattutto come si presenta, tutti questi accorgimenti e molte altre caratteristiche saranno messi in primo piano su tutto il resto.

Questi sono concetti devono essere fatti propri e sono alla base del piano di azione da sviluppare per la vendita.

Stai certo che chi viaggia su una Aston Martin o su una Maserati, non andrà mai in un ard discount a comprare olio a 3 euro al litro, o vino a 2 euro a bottiglia, cercherà piuttosto un prodotto che sia di qualità eccellente indipendentemente dal prezzo di acquisto.

Così come la massa di persone non ricercherà particolari prelibatezze o se lo farà solo in modo occasionale.

Non sto dicendo che tutti i prodotti che sono costosi siano buoni e quelli che costano poco non siano di qualità, ma nell’immaginario collettivo, se un prodotto costa molto vuol dire che è ottimo.

Individua il tuo target